Cunicolo di scolo dei Falisci

I sistemi di approvvigionamento, conserva e smaltimento delle acque, le opere di fortificazione, il taglio di fossati artificiali, i resti di edifici templari, i bronzi e gli ori dei corredi funerari ci restituiscono, anche se incompleta, l’immagine di una civiltà evoluta, con una propria organizzazione socio-politica ed in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche avanzate.

Le conchiglie fossili dell’Agro Falisco

Sebbene siano stati rinvenuti reperti attribuibili ad epoca ben più antica, nell’Agro Falisco la presenza di insediamenti umani, la cui economia di sussistenza era prevalentemente basata sull’agricoltura e sull’allevamento, si può far risalirecon sicurezza al Neolitico, più precisamente alla cosiddetta facies del Sasso (fine V-IV millennio a.C.).

Una delle più antichi culture d’Europa sorse ai piedi del Lago di Bolsena , quando nel  Regno d’Egitto dominava la IV dinastia, a cavallo tra Neolitico ed Eneolitico, altrimenti detta Età del Bronzo. Si tratta della Cultura di Rinaldone, databile attorno alla seconda metà del III millennio a.C., facies importantissima per la preistoria d’Italia ma di cui non si parla abbastanza.

Particolare della Via Amerina

Sebbene siano stati rinvenuti reperti attribuibili ad epoca ben più antica, nell’Agro Falisco la presenza di insediamenti umani, la cui economia di sussistenza era prevalentemente basata sull’agricoltura e sull’allevamento, si può far risalirecon sicurezza al Neolitico, più precisamente alla cosiddetta facies del Sasso (fine V-IV millennio a.C.).

Museo dell'Architettura di Antonio da Sangallo il Giovane
Se desideri essere informato regolarmente sulle nostre attività, iscriviti alla nostra Newsletter. Il servizio è completamente gratuito. La Newsletter sarà inviata con cadenza quindicinale ed i tuoi dati non saranno condivisi con terzi.
Visit Montefiascone!