Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Essi consentono, inoltre, di offrire pubblicità su misura e collegamenti ai social network. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

La festa di fine anno degli alunni delle Maestre Pie di Santa Lucia Filippini

Un momento dell'evento

Work in progress

Commovente, coinvolgente e soprattutto semplice: un grazie agli alunni della scuola delle Maestre Pie di Santa Lucia Filippini che hanno saputo dare veramente il meglio di loro stessi donandoci uno spettacolo ben articolato pieno di valori umani e di grandi emozioni.

Come negli anni precedenti, si è svolto giovedì sera nel teatro in via Ruben Rubi, l’incontro di fine anno dell’Istituto e di commiato della classe III della scuola secondaria di primo grado, che si avvia a superare la prova dell’esame di Stato per entrare con una solida preparazione nel mondo in cui potranno scegliere il percorso formativo più adatto alle proprie aspirazioni.

Grande preparazione dei nostri ragazzi che hanno dato dimostrazione di quanto la direzione didattica e il corpo insegnante abbiano saputo fare per prepararli alla vita.

Una serata all’insegna dell’ironia, costruita in maniera professionale che raramente ci si aspetta da chi è in così giovane età. I ragazzi hanno interpretato parodie del comportamento dei loro professori che li hanno guidati lungo il loro percorso formativo.

Schietti e a volte deliziosamente feroci, ma sempre estremamente garbati, hanno messo in evidenza le caratteristiche di ogni loro docente colpendolo negli atteggiamenti quotidiani con ironia sottile, ma sempre con grande rispetto.

Danze e canti hanno accompagnato lo spettacolo che si è concluso con un commovente Inno Nazionale a cui tutta la sala si è unita: in piedi, partecipando con la mano sul cuore.

Poi è venuto il momento del commiato: i ragazzi visibilmente commossi, hanno ringraziato la Direzione, il corpo docente, gli assistenti scolastici, quanti si sono prodigati in questi anni a far sì che la scuola non fosse solo un momento di studio, ma un corpo unito che rappresenta una comunità solidamente radicata e che perpetua i valori della Fondatrice: Santa Lucia Filippini.

Commozione che si è estesa a tutta la sala: e non sono mancate le lacrimucce.

Grazie alla loro grande spontaneità abbiamo potuto ricordare quei giorni felici che hanno visto protagonisti noi stessi nella fase della vita in cui ora loro si trovano. Hanno fatto emergere nei nostri cuori momenti indimenticabili in cui abbiamo avuto l’onore di ricordare le sorelle e i fratelli che ci hanno permesso, con la loro dedizione nei nostri confronti, di crescere e diventare cittadini.

Un ringraziamento a Suor Maria Emanuela Vanich e alle consorelle, al corpo docente tutto, al personale di supporto e alla coordinatrice dell’incontro, la Professoressa Emanuela Proietti che ha saputo condurre i ragazzi della Classe III della Scuola Secondaria di primo grado “Santa Lucia Filippini” in un percorso che li ha visti protagonisti nel corso dell’anno di un progetto che ha vinto su base nazionale il primo premio della Fondazione “Giovanni Grillo” con un filmato dal titolo “La deportazione e la prigionia come negazione del viaggio”, di cui abbiamo il filmato qui

Le foto della festa nella galleria

La rassegna dei lavori degli alunni

e-max.it: your social media marketing partner
Se desideri essere informato regolarmente sulle nostre attività, iscriviti alla nostra Newsletter. Il servizio è completamente gratuito. La Newsletter sarà inviata con cadenza quindicinale ed i tuoi dati non saranno condivisi con terzi.
Visit Montefiascone!